sabato, 18 Maggio 2024

Fuel cells giapponesi e telai olandesi: Toyota e VDL uniti nel mercato dei trasporti puliti

Il distaccamento europeo di Toyota (TME), eccellenza motoristica in termini di affidabilità, e l’azienda olandese VDL Special Veichles, hanno dato vita ad una parntership per cercare di sfondare nel mercato europeo del trasporto pesante ad idrogeno.

Per questo motivo verrà sfruttata l’avanzata tecnologia Toyota nel campo delle celle a combustibile combinata con i camion di VDL, che verranno inizialmente utilizzati nel trasporto delle componenti automobilistiche di TME, stando alle dichiarazioni di Leon Van Der Merwe, VP Supply Chain TME.

Il primo camion verrà costruito entro quest’estate e verrà seguito da altri modelli a partire dal prossimo autunno che verranno impiegati per accelerare la decarbonizzazione della logistica Toyota e servirà a fornire informazioni utili allo sviluppo e al miglioramento di questa tecnologia.

“VDL Special Vehicles crede in un futuro a zero emissioni per le attrezzature su strada e fuoristrada per uso medio e pesante. – ha commentato Hans Bekkers, Direttore Commerciale VDL Special Veichles – Siamo quindi estremamente orgogliosi di lavorare con Toyota Motor Europe a questo progetto tecnologico innovativo, che ci consentirà di espandere le nostre attività nelle trasmissioni a idrogeno”

L’azienda olandese vede nell’idrogeno il futuro della mobilità stradale: con le stesse prestazioni di un convenzionale camion a diesel ma a zero emissioni e con tempi di ricarica notevolmente inferiori e un peso nettamente più basso dei camion elettrici.

Toyota dal canto suo è da tempo impegnata con vari partner in progetti riguardanti l’idrogeno, compresi quelli per veicoli commerciali leggeri, barche, treni o autobus.

L’obiettivo primario di TME è infatti quello di raggiungere la carbon neutrality entro il 2040.

Latest article