giovedì, 18 Aprile 2024

Divorzio tra Iveco e Nikola, ma l’idrogeno resta l’obiettivo comune

Si è trasformata la partnership tra Iveco Group e Nikola Corporation iniziata nel 2019, che aveva lo scopo di offrire veicoli commerciali pesanti a zero emissioni in Nord America ed Europa.

Oggi, dopo quattro anni e “tutti gli obiettivi prefissati raggiunti”, le due aziende hanno deciso di dividere le proprie strade per concentrarsi ognuna sul proprio mercato di riferimento: mentre Iveco acquisirà il controllo totalitario della joint venture per il mercato europeo, Nikola canalizzerà i suoi sforzi sulle attività nell’America del Nord in partnership con il marchio HYLA per lo sviluppo di tecnologie a celle a combustibile e infrastrutture per la distribuzione dell’idrogeno.

Iveco, che sborserà una congrua somma – 35 milioni cash più circa 20 milioni di titoli Nikola – per il controllo della joint venture con sede a Ulm, in Germania, otterrà la licenza per l’utilizzo e lo sviluppo del software di controllo dei veicoli BEV e FCEV, rispettivamente a batteria e a tecnologie a fuel cells. Inoltre manterrà un notevole numero di azioni Nikola.

Nikola, invece, otterrà la licenza per l’utilizzo della tecnologia Iveco S-Way nel Nord America, più la fornitura delle componenti e la contitolarità della proprietà intellettuale degli assali elettrici di prima generazione sviluppata insieme a FPT Industrial, il marchio di proprietà Iveco per lo sviluppo dei propulsori.

Entrambe le aziende, comunque, continueranno a collaborare per rendere il futuro della mobilità il più green possibile.

Latest article