mercoledì, 28 Febbraio 2024

Iveco, mega-investimento per il rinnovo della gamma

Con un mega-investimento di un miliardo di euro, Iveco ha rinnovato l’intero line-up di prodotto – dal Daily all’Eurocargo, fino al pesante stradale S-Way – e la proposta di servizi a valore aggiunto legati alla connettività.

Il debutto a Barcellona della gamma Model Year 2024 ha visto l’introduzione da parte della Casa italiana di una strumentazione completamente digitale – declinata in modo diverso secondo i differenti segmenti di peso dei mezzi – di nuove motorizzazioni ancora più risparmiose delle precedenti e di catene cinematiche innovative per affrontare la transizione energetica in atto nel mondo del trasporto.

Sul Daily, proposto con motorizzazioni diesel, a gas naturale compresso (di origine fossile o bio-gsas) e in versione elettrica, spicca il nuovo quadro strumenti digitale configurabile da 10 pollici, di serie in tutta la gamma. Le informazioni di maggiore importanza relative al veicolo sono visualizzate in modo chiaro direttamente davanti al conducente, che ha a disposizione tre diversi layout selezionabili mediante un pulsante. Il sistema di Infotainment, basato su un display a colori configurabile da 10 pollici, è integrato nella sezione centrale del cruscotto e offre nuove funzionalità per migliorare l’esperienza di bordo. Il mirroring dei dispositivi mobili consente al conducente di accedere alle proprie app sul display, mentre le funzioni relative alla cabina di guida, come l’accensione luci, l’apertura dei finestrini e la climatizzazione, possono essere gestite tramite comandi vocali, sfruttando le funzionalità dell’assistente di bordo a comando vocale Iveco Driver Pal, ora integrato nel sistema e di semplice configurazione.

Molteplici i sistemi avanzati di assistenza alla guida di Livello 2 disponibili sul veicolo. Includono, fra gli altri, il Traffic Jam Assist per seguire in automatico il flusso del traffico, l’Advanced Lane Centering per mantenere il mezzo al centro della corsia di marcia, l’Adaptive Cruise Control con funzionalità Stop&Go per adattare la velocità a quella del veicolo che precede, e il Blind Spot Warning Information System per segnalare la presenza di pedoni o ciclisti negli angoli ciechi.

Sulla gamma Eurocargo, anch’essa dotata di strumentazione digitale e di connettività di serie, le maggiori novità riguardano il nuovo motore a metano di 6,7 litri di cilindrata disponibile con tarature di 220, 250 e 280 CV e il cambio automatizzato ZF a 8 rapporti. Quest’ultimo, dotato di modalità di cambiata Eco o Standard, consente risparmi di carburante fino a 5% rispetto alla precedente generazione. Sulla gamma heavy la maggiore novità tecnica è rappresentata dal debutto del sei cilindri in linea XC13, sia in versione diesel, sia nella variante a gas naturale, in abbinamento con l’automatizzato ZF Traxon di seconda generazione. Oltre a una sensibile riduzione di peso in confronto al Cursor 13 (-10%), il propulsore promette di abbattere i consumi di gasolio del 7% e dell’8% quelli di metano. Tutto ciò a fronte di un incremento di potenza del 2% e del 12% di coppia per il diesel e del 9% e 10% per l’unità alimentata a gas.

Sale, infine, la capacità di rallentamento del freno motore a decompressione (+29% per la versione a gasolio e +300% per quella a gas naturale). Tutte le altre novità relative ai veicoli e ai servizi della gamma Model Year 2024 sul prossimo numero di Allestimenti & Trasporti.

Latest article