giovedì, 18 Aprile 2024

Cifre stellari per il Gruppo Mollo

Il 2023 è stato un anno da incorniciare per il Gruppo Mollo che sia così lo dicono le cifre presentate alla tradizionale convention annuale di Alba (Cuneo).

Il fatturato dello scorso anno, generato dalle attività di noleggio, ha raggiunto, infatti, i 127 milioni di euro con incremento del 22% rispetto ai 12 mesi precedenti.

In crescita sul 2022 di oltre 12.300 unità (a quota 85 mila) anche il numero di contratti di locazione stipulati, i centri noleggio operativi in Italia (57 in tutto e +9 rispetto al 2022) e in numero di collaboratori (518 nel 2023, +75 sul 2022).

Il parco a nolo conta oggi più di 13 mila unità fra piattaforme aeree, sollevatori telescopici, mini-gru e autogru, gru per l’edilizia, autocarri e furgoni, macchine movimento terra, generatori e torri faro, macchine e attrezzature edili, monoblocchi, container e bagni mobili. Al core business del noleggio a freddo o con operatore, attraverso le tre società del Gruppo, Mollo Noleggio, Mollo Servizi e Mollo Gru si aggiunge l’attività di formazione della divisione interna Mollo Academy che, lo scorso anno, ha formato circa 6.600 clienti – e in totale, più di 45 mila operatori dal 2013 – all’uso in sicurezza delle attrezzature da lavoro, attraverso un’offerta di oltre 100 tipologie di corsi specifici.

Il piano di sviluppo 2024-2024 del Gruppo Mollo, che prevede un investimento complessivo di 120 milioni di euro in nuove attrezzature, punta soprattutto sulle soluzioni a basso impatto ambientale – raggruppate nel brand Blue & Green – basate sulle tecnologie elettriche e ibride. Si tratta dispositivi adatti soprattutto per chi opera nei cantieri urbani o all’interno delle zone a traffico limitato (ZTL), caratterizzare da basse emissioni inquinanti (motorizzazioni Euro 6 o Stage V) o nulle e da un contenuta rumorosità di funzionamento. Fattori, questi, di grande importanza per l’aggiudicazione di gare pubbliche d’appalto.

La gamma Bue & Green comprende piattaforme autocarrate, sollevatori telescopici semoventi, mini-gru cingolate, ragni, escavatori, mini-pale gommate, dumper, autocarri con cassone ribaltabile, furgoni, pestelli, sega-pavimenti, piastre vibranti, scanalatori, scarificatrici raschiatore stripper, levigatrici da cemento, torri faro e riscaldatori d’aria. Non cambia, rispetto al passato, la strategia di crescita per acquisizioni, varata con successo dal Gruppo Mollo negli scorsi anni.

L’ultima operazione in ordine di tempo riguarda la lodigiana Tecnostrutture, specializzata nel noleggio di piattaforme aeree e mezzi per il sollevamento, macchine movimento terra, generatori di energia e attrezzature edili.

Grazie a questa acquisizione, Mollo Noleggio ha rafforzato ulteriormente la propria presenza nel lodigiano, un’area nella quale l’azienda albese è già tradizionalmente di casa con i centri operativi di Codogno e Lodi.

Il piano 2024 prevede una ulteriore crescita della rete nel Nord e Centro Italia fino a raggiungere i 65 centri di noleggio. Invariata, infine, la strategia di rinnovo e rotazione del parco macchine, la cui età media non supera i quattro anni. Gli investimenti per quest’anno non riguardano solo il parco mezzi e i centri nolo ma coinvolgono anche le tecnologie e il software per la digitalizzazione dei processi, l’aggiornamento continuo del sito Internet, la creazione di nuovi servizi per la clientela, il restyling di alcune strutture commerciali, il welfare per i dipendenti, la formazione tecnico-commerciale e un ampio ventaglio di sponsorizzazioni e partnership.

Allestimenti & Trasporti vi invita alla prima edizione del TCUBE – GIORNATE ITALIANE DELL’ALLESTITORE, a Piacenza dal 17 al 19 Ottobre 2024.

Per info sulla manifestazione: https://tcube-expo.it/richiesta-informazioni/

Latest article