sabato, 18 Maggio 2024

Chereau e Girteka insieme per la sostenibilità

Il costruttore francese di semirimorchi frigoriferi Chereau e il Gruppo Girteka, società di trasporto e logistica con un parco mezzi di 9.200 camion di proprietà e circa 8.000 mezzi trainati isotermici, hanno siglato un accordo di partnership per promuovere la sostenibilità ambientale dei trasporti in regime di temperatura controllata (ATP). Uno dei settori più promettenti, sotto il profilo dell’efficienza energetica delle furgonature frigo, riguarda l’utilizzo di pannelli isolanti sottovuoto (VIP, Vacuum insulated panel) – che Chereau sta attualmente industrializzando – in sostituzione dei materiali standard. Questa soluzione consente un guadagno del 20% in termini di capacità isolante e di consumi dell’unità di refrigerazione nei trasporti di linea su lunghe distanze. Permette, inoltre, di incrementare l’autonomia operativa dei semirimorchi dotati di frigoriferi alimentati con la corrente generata dalle batterie di bordo. Nei test condotti da Cemafroid, i semirimorchi della gamma Performance equipaggiati con pannelli VIP hanno evidenziato un coefficiente di conducibilità termica K pari a 0,27 – Watt / (metro – grado K) – rispetto allo 0,37 dei veicoli standard.

I Performance sono in grado di mantenere più a lungo il livello termico di una cella, in caso di guasto del gruppo frigorifero. Secondo i test condotti dagli esperti di Cemafroid occorrono, infatti, 12 ore per passare da 0 a 5 gradi centigradi, rispetto alle 4 ore necessarie con un semirimorchio tradizionale. Un’altra opzione per ridurre i consumi di gasolio – e, quindi, l’impatto ambientale del trasporto su gomma – consiste nell’adottare soluzioni specifiche per diminuire la resistenza all’avanzamento. Fra quelle offerte da Chereau figurano l’AeroTop e l’AeroFlap. Il primo consiste in un deflettore collocato sul tetto della furgonatura nella sezione di coda del semirimorchio, che permette un risparmio di gasolio di 0,3 litri / 100 km. L’AeroFlap ad apertura automatica, integrato nel portellone di coda, consente invece di ridurre la resistenza di scia. Nel complesso, i due dispositivi riducono consumi di 1,1 litri / 100 km alla velocità di crociera di 80 km/ora.

Latest article