giovedì, 18 Aprile 2024

Scania presenta Smart Dash, innovativo cruscotto al servizio degli autisti

Ennesimo scatto in avanti tecnologico per Scania, che introduce un nuovo cruscotto digitale basato su un’architettura elettronica modulare che supporta una serie di nuove funzionalità e che aumenta sensibilmente gli standard di sicurezza. Smart Dash, questo il nome del cruscotto, verrà introdotto sia sugli autocarri, che sui bus, offrirà un supporto digitale per autisti e operatori, integrando servizi come My Scania e Scania Driver App all’interno di un’unica interfaccia. Smart Dash ha una nuova architettura elettronica, conforme al General Safety Regulation ed agli standard di cybersecurity, e dispone di aggiornamenti software da remoto (OTA) sfruttando la velocità della connessione 5G. L’interfaccia autista-veicolo si presenta migliorata, con una facilità di utilizzo essenziale allo scopo di aumentare la concentrazione e ridurre al minimo le distrazioni.

“Questa introduzione rappresenta una svolta nell’offerta di Scania all’interno dell’ecosistema dei trasporti – afferma Stefan Dorski, Senior Vice President, Head of Scania Trucks – Ciò che i nostri clienti sperimenteranno utilizzando i veicoli equipaggiati con il nuovo Smart Dash è la prova tangibile dell’importanza e dell’attenzione che Scania attribuisce alla digitalizzazione, alla connettività e alla sicurezza. Il nuovo cruscotto digitale permetterà un’esperienza di guida straordinaria connettendo i veicoli Scania e aumentando notevolmente l’integrazione di tutti i nostri nuovi servizi digitali”. Questa nuova applicazione sposa il principio dell’offerta modulare di Scania. Lo strumento è disponibile infatti in diverse configurazioni, permettendo così al cliente di scegliere quella che maggiormente si adatta alle sue esigenze.

Questa novità in casa Scania, si posiziona strategicamente, guardando al futuro, nell’ottica della prossima normativa europea in ambito sicurezza, che entrerà in vigore a partire da luglio 2024. In particolare, i regolamenti UNECE R155 e R156 si focalizzano sulla cybersecurity mirando a prevenire ed evitare la manomissione dei veicoli. La nuova architettura elettrica sviluppata da Scania, oltre che consentire una comunicazione più rapida, assicurerà un livello di cybersecurity ben al di sopra di quello imposto dalla normativa europea.

“Per Scania, questi nuovi vincoli normativi coincidono con l’ambizione di mettere a punto una architettura che supporti i clienti nel loro percorso di digitalizzazione – sottolinea ancora Dorski – Il concetto di esperienza premium nel mondo del trasporto pesante evolve ad un nuovo livello concentrandosi sulle funzioni legate alla connettività sia dentro che attorno al mezzo. Gli aggiornamenti software da remoto (OTA) ed i servizi on-demand creeranno nuove opportunità per i clienti Scania rendendo le loro operazioni più sicure e profittevoli aumentando l’uptime e l’efficienza”.

Scania si conferma così in prima linea nella sicurezza attiva e passiva con soluzioni uniche sul mercato, come ad esempio gli airbag a tendina laterali. Scania si sta concentrando sullo sviluppo di sistemi sicurezza attiva con telecamere, radar e sensori di nuova generazione. L’introduzione di questi nuovi sistemi permetteranno di ridurre al minimo il rischio di incidenti negli ambienti urbani sempre più trafficati e caotici. Il nuovo Smart Dash darà la possibilità di disporre delle mappe digitali salvate nel cloud sempre aggiornate e senza necessità di doverle aggiornare presso la rete di assistenza. Il cruscotto di nuova generazione sostituirà le attuali soluzioni Scania e potrà essere ordinato già ora per i veicoli prodotti all’inizio del 2024.

(a cura di Alice Magon)

Latest article