domenica, 14 Luglio 2024

Renault Trucks Rebuilt, quattro assi chiavi in mano

Dopo l’iniziativa Refreeze centrata sull’offerta, in partnership con Lamberet, di veicoli allestiti con cella frigo per il settore dei trasporti in regime di temperatura controllata (ATP), Renault Trucks si focalizza, con la stessa ‘filosofia’, sul segmento delle costruzioni. Lo fa con l’offerta Rebuilt, proponendo alle imprese che per esigenze immediate di lavoro non possono attendere i tempi di approntamento dei veicoli, mezzi d’opera a quattro assi K 480 in pronta consegna, abbinati a un ribaltabile posteriore di Cantoni o Emilcamion (gruppo Tecnokar). Il K 480 P8x4 Heavy, con motorizzazione DE 13 da 480 Cv e cambio automatizzato Optidriver AT 2612 a 12 rapporti (oltre a 3 retromarce), è l’unico modello della gamma da cantiere del costruttore transalpino commercializzato con la formula ‘chiavi in mano’. Si tratta di un ‘classico’ per l’Italia nel settore del construction, all’interno del quale i mezzi d’opera a quattro assi la fanno da padrone sia in termini di volumi di vendita, sia di immatricolato.

Le prestazioni

Il suffisso Heavy nella designazione del modello significa che l’8×4 ha un telaio rinforzato con un profilo a C all’interno dei longheroni, che si estende dalla zona in cui è collocato il cambio alla sezione di coda dell’autotelaio. L’Optidriver con carter in alluminio, con modalità di cambiata Eco, Eco-off e Power, è in versione XTrem cioè con componenti rinforzati e scambiatore di calore dedicato per l’olio in funzione delle applicazioni fuoristrada gravose. La motorizzazione DE 13 a sei cilindri in linea da 480 Cv fra 1.404 e 1.700 giri/minuto e 2.400 Nm di coppia di picco fra 960 e 1.400 giri/minuto appartiene alla più recente generazione dei propulsori realizzati dalla Casa francese. Introdotte sul mercato nel 2022, le nuove unità DE 11 e DE 13 Euro VI Step E, rispettivamente di 11 e 12,8 litri di cilindrata, grazie alle nuove tecnologie e ai servizi ad essi dedicati, permettono risparmi di carburante fino al 5% (fino al 10% nelle applicazioni stradali) rispetto alla precedente generazione.

Leggi anche: Renault Trucks presenta DOLPHIN, un innovativo progetto di Ricerca e Sviluppo

Sulla gamma K da cantiere il DE 11 è disponibile con tarature di 380, 430 e 460 Cv, mentre il DE 13 è offerto con tarature di 440, 480 e 520 Cv. Per migliorare il processo di combustione, i DE11 e DE13 utilizzano la tecnologia brevettata Wave Piston, che prevede una serie di rilievi sul cielo dei pistoni (sono sei per ciascun pistone) per convogliare al centro della camera di combustione il fronte di fiamma, sfruttando al massimo l’ossigeno disponibile in quell’area. I motori, inoltre, sono dotati di nuovi iniettori, più precisi nel dosaggio della mandata di gasolio, e adatti al nuovo schema di combustione.

Comfort ed efficienza

Per migliorare l’efficienza, Renault Trucks ha lavorato anche sulla riduzione degli attriti interni. Le bielle, i pistoni e l’albero motore sono stati ridisegnati e la ventilazione positiva del basamento (PCV) è stata ottimizzata. E’ stato sviluppato, inoltre, un nuovo turbocompressore con albero di rotazione montato su cuscinetti a sfere, anziché sulle tradizionali bronzine, con un tempi di risposta (turbo-lag) ridotti alla richiesta di maggior potenza da parte del conducente. Nuova è anche la pompa dell’olio a portata variabile, ottimizzata per lubrificanti a bassa viscosità e a basso contenuto di fosforo, zolfo e ceneri solfatate (chiamati in gergo Low Saps).

Il K 480 dell’offerta Rebuilt dispone del freno motore potenziato Optibrake+ con potenza massima di rallentamento di 340 kW a 2.300 giri/minuto, che combina l’azione del tradizionale dispositivo a farfalla sullo scarico con quella del freno a decompressione comandato dal treno valvole. L’impianto frenante di servizio a controllo elettronico (EBS) prevede masse a tamburo su tutti gli assi. Il mezzo d’opera, che ha un passo di 4.350 mm fra il primo e il terzo asse, è gommato con le Bridgestone 13 R 22.5 M840 Evo sull’anteriore e L355 Evo sul tandem. La cabina corta Day, caratterizzata da un’altezza utile interna di 1.374 mm in corrispondenza del tunnel motore, è dotata di numerosi optional. Fra questi, il climatizzatore comfort a regolazione elettronica, il sedile conducente comfort con regolazioni per lo schienale e il supporto lombare, il volante Ultimate con rivestimento in pelle, la telecamera digitale con predisposizione per cinque connessioni e molteplici vani porta-oggetti.

Le caratteristiche dei due allestimenti

Il ribaltabile posteriore FV Mark della Cantoni è una vasca tonda – di fatto ha un profilo poligonale – di 5.600 mm di lunghezza e 2.300 mm di larghezza con una capacità di 18 metri cubi. Il fondo è costituito da lamiere d’acciaio anti-abrasione HB 400 di 8 mm di spessore, mentre le pareti, anch’esse in HB 400, sono da 5 mm. Il controtelaio, realizzato con longheroni in lamiera d’acciaio piegata, presenta una crociera anti-torsione nella sezione posteriore.

Completano l’allestimento un tettuccio para-cabina, una sponda posteriore con sganciamento automatico nella sezione inferiore della cassa, la barra para-incastro posteriore ad azionamento manuale, il kit per finitrice stradale e il telo di copertura in neoprene con archi di 400 mm. Il ribaltamento massimo con un angolo di 50°, effettuato mediante un cilindro telescopico frontale, richiede circa 30 secondi. Il peso della struttura è di 4.300 chili.

L’allestimento proposto da Emilcamion è l’S5 EVO 2023. Si tratta di una cassa autoportante a sezione poligonale da 20 metri cubi, realizzata in Hardox 450 di 8 mm di spessore sul fondo e di 6 mm in corrispondenza delle pareti. La versione lunga dell’allestimento fa si che lo sbalzo posteriore sia adatto per lo scarico in finitrice stradale, senza l’aggiunta di prolunghe. La sponda posteriore ad azionamento idraulico consente l’apertura basculante, oppure ad ala di gabbiano.

L’impianto idraulico Dual control a bassa pressione è dotato di comando separato per l’apertura della sponda e il sollevamento del ribaltabile. La barra para-incastro posteriore mobile è ad azionamento manuale, mentre il telo copri-carico in Pvc, certificato per i trasporti in ADR, è a comando elettrico. Il ribaltamento mediante cilindro frontale telescopico a quattro sfili richiede 25 secondi con il regime motore a 1.000 giri/minuto.

Specifiche tecniche:

  • Modello veicolo: Renault Trucks K 480 Heavy
  • Trazione: 8×4
  • Massa totale a terra: 40 ton (mezzo d’opera)
  • Passo 1° – 3° asse: 4.350 mm
  • Motore DE 13 Euro VI E
  • Cilindrata: 12,8 litri
  • Potenza: 480 Cv @ 1.404 – 1.700 giri/min.
  • Coppia: 2.400 Nm @ 960 – 1.400 giri/min.
  • Freno motore: Optibrake+ da 340 kW @ 2.300 giri/min
  • Cambio: Automatizzato Optidriver AT 2612 XTrem a 12 rapporti
  • Gommatura: 13 R 22.5
  • Allestimento Cantoni FV Mark
  • Spessore lamiere: 8 mm fondo / 5 mm pareti
  • Volumetria: 18 m3
  • Allestimento Emilcamion S5 EVO 2023
  • Spessore lamiere: 8 mm fondo / 6 mm pareti
  • Volumetria: 20 m3

Allestimenti-Trasporti.it vi invita alla prima edizione del TCUBE EXPO – Giornate italiane dell’allestitore, a Piacenza dal 17 al 19 ottobre 2024

Latest article